Noto comunemente anche come ciclo idrologico, il ciclo dell’acqua in natura è uno dei fenomeni più importanti per la presenza della vita sul nostro pianeta.

Le molecole dell’acqua sulla terra si muovono continuamente cambiando vari stati, da liquido a vapore a ghiaccio, in tutti i modi possibili. Il ciclo dell’acqua lavora da miliardi anni e tutta la vita sulla Terra dipende da esso; senza di esso la Terra sarebbe un bel posto piatto e noioso dove vivere.

Ciclo dell'acqua

DAL MARE ALL’ARIA

Il sole, che attiva il ciclo dell’acqua, riscalda l’acqua del mare. Parte di essa evapora nell’aria. L’evaporazione avviene anche dalle acque dolci dei laghi e dei fiumi e interessa anche l’acqua traspirata da piante ed esseri viventi. Le correnti d’aria ascensionali sollevano quindi il vapore in alto, nell’atmosfera, dove la temperatura più bassa fa condensare il vapore in piccolissime goccioline (secondo cambiamento di stato: condensazione) che poi formano le nuvole.

DALL’ARIA ALLA TERRA

Le nuvole formate dall’evaporazione vengono spinte dal vento, scontrandosi le une con le altre e accrescendo la loro massa. Quando i nuvoloni raggiungono la massa critica, le goccioline cadono dal cielo sotto forma di pioggia. L’acqua così ricade sulla terra sotto forma di pioggia, di grandine o di neve a seconda di particolari condizioni atmosferiche.

In alcune zone l’acqua accumularsi nei ghiacciai (terzo cambiamento di stato: solidificazione). Questi ghiacciai, quando arriva la primavera, si sciolgono (quarto cambiamento di stato. liquefazione) e l’acqua tornata allo stato liquido fluisce per ruscellamento, o scorrimento, creando i fiumi.
I fiumi a loro volta finiscono nel mare e iIl ciclo ideale si chiude.

L’ACQUA CHE NOI BEVIAMO

Durante il tragitto che riporta l’acqua verso il mare non tutta riesce a giungere alla sua destinazione finale. Parte dell’acqua infatti si infiltra nel suolo creando e rifornendo gli acquiferi che immagazzinano enormi quantità di acqua dolce sotterranea per lunghi periodi di tempo. Questa in genere è l’acqua che abitualmente beviamo.

In genere le acque che scorrono negli acquedotti provengono da sorgenti sotterranee, da falde e alle volte anche da laghi e/o bacini. L’acqua che arriva nostre case tramite la rete idrica viene resa potabile e libera da microrganismi pericolosi per la natura. I controlli di sicurezza sull’acqua del rubinetto sono molti e molto specifici, e devono essere eseguiti in base ad una legge ben precisa, il Decreto Legislativo 31 del 2001, che riporta tutte le analisi da eseguire, di solito ogni giorno, sull’acqua del rubinetto dopo essere stata resa potabile.

Il sistema Akwa utilizza l’acqua del rubinetto, di per se potabile e garantita, migliorandone le caratteristiche e rendendola ancora più pura e salutare. Grazie alla filtrazione agli ioni di argento l’erogatore Akwa rappresenta una fonte inesauribile, pratica ed economica di acqua per te e tutta la tua famiglia.

Con Akwa non è più necessario acquistare, trasportare, conservare e smaltire bottiglie d’acqua, con notevoli vantaggi sotto il profilo economico e ambientale. Mai più acqua in bottiglia significa anche meno tempo perso per acquistarla, meno spostamenti e meno inquinamento.

L’utilizzo del sistema di filtrazione Akwa è la soluzione ideale per bere sano, nel rispetto della salute e dell’ambiente.

Richiedi informazioni e una prova gratuita

Questo sito utilizza cookie tecnici, cookie di profilazione e di terze parti. Non acconsentendo, verranno utilizzati solo i cookie tecnici in quanto necessari al corretto funzionamento del sito stesso. Clicca per leggere l’informativa completa